Il 14 febbraio si festeggia San Valentino, il giorno degli innamorati.

Ma in quanti sanno davvero come nasce questa ricorrenza così famosa e, talvolta, così discussa?

Le origini di San Valentino si perdono tra storia e leggenda, così abbiamo deciso di ripercorrerle per voi prima di passare in rassegna 3 suggerimenti nel segno del romanticismo, chissà che abbiate bisogno di qualche idea per sorprendere l’altra metà della vostra mela.

[Entra nel nostro esclusivo Gruppo Facebook o visita la Pagina!]

San Valentino, storie e leggende

La storia della festa di San Valentino ha origini molto antiche: nasce infatti in epoca romana come alternativa ai lupercalia, i riti pagani dedicati a Luperco – dio della fertilità, caratterizzati da sacrifici propiziatori e festeggiamenti sfrenati.

Una tradizione decisamente lontana dall’amore cristiano, tanto che nel 496 d.C. papa Gelasio I volle abolirla e stabilì che il 14 febbraio si festeggiasse San Valentino, protettore degli innamorati.

Ma chi era davvero San Valentino? I racconti sulla sua identità sono numerosi, una delle ipotesi più probabili lo vuole vescovo romano, nato a Terni, martirizzato proprio il 14 febbraio del 273 d.C. per aver celebrato l’unione tra la giovane cristiana Serapia e il legionario pagano Sabino.

Solo molto tempo più tardi la ricorrenza si lega all’idea di amore romantico.

Lo scrittore inglese Geoffrey Chaucer alla fine del Trecento è il primo ad associare Cupido a San Valentino nel suo poema The Parliament of the Fowls, mentre la prima Valentina pare sia stata scritta da Carlo d’Orléans nel 1415.

Nei secoli successivi lo scambio di biglietti diventa una tradizione talmente diffusa che a metà Ottocento l’artista e imprenditrice americana Esther Howland inizia a produrre Valentine su scala industriale, dando il via all’esplosione di romanticherie più commerciali come cioccolatini, mazzi di fiori e regali di ogni tipo che caratterizzano la storia di San Valentino in tempi più recenti.

3 idee super-romantiche per gli innamorati

San Valentino oggi è una festa che divide gli innamorati in almeno 3 categorie:

  • gli scettici, quelli per cui la festa degli innamorati è tutti i giorni dell’anno;
  • gli entusiasti, quelli che aspettano il 14 febbraio per trasformare una giornata qualunque in un’occasione speciale da condividere con la propria metà;
  • gli indecisi, quelli che vorrebbero festeggiarlo ma forse hanno un po’ paura di risultare sdolcinati o di omologarsi alla massa.

Ecco, per gli entusiasti ma soprattutto per gli indecisi abbiamo 3 spunti da cogliere al volo.

Dichiararsi a San Valentino: se siete innamorati, è il momento di dirlo

san valentino innamoratiIl modo migliore per celebrare la festa degli innamorati è senza dubbio dichiarare i propri sentimenti alla persona amata.

Quindi basta rimuginare: vincete l’imbarazzo, fatevi coraggio e lasciate che sia il cuore a parlare!

Se volete stupire con un regalo, solo voi potete conoscere i gusti della persona che desiderate conquistare.

Ricordate però che l’importante non è essere originali o creativi a tutti i costi, l’importante è che il vostro gesto sia sincero e guidato dal vostro amore.

E se proprio volete un consiglio, con i fiori è impossibile sbagliare.

Regalare un anello per un San Valentino indimenticabile

Volete davvero meravigliare la persona amata?

Vi sentite pronti per un passo così importante? San Valentino allora è il giorno perfetto per regalare un anello insieme a una promessa di felicità!

Ci sentiamo però in dovere di darvi un suggerimento: se decidete di regalare un anello, c’è un solo anello che potete regalare nel giorno che celebra gli innamorati ed è quello di fidanzamento.

Qualunque altro tipo di anello rischia di deludere le aspettative della persona che amate, quindi se non siete pronti per una proposta di matrimonio… Pensate a un altro regalo.

E se decideste di sposarvi il prossimo 14 febbraio?

Infine, per gli inguaribili romantici, perché non fissare la data delle nozze proprio per la festa degli innamorati?

[Leggi anche: Quando sposarsi nel 2018?]

San Valentino, il giorno dell’amore per eccellenza, potrebbe essere il momento ideale per celebrare la vostra unione e rendere il vostro matrimonio indimenticabile.

Occhio però a non esagerare con tutti quei cuori e tutto quel rosso! Le scelte di stile sono fondamentali in un’occasione così speciale per la vostra vita insieme.

Per concludere, a tutti gli scettici brontoloni, che vedono nel giorno di San Valentino solo un’operazione commerciale e decidono di ignorare questa ricorrenza, vogliamo dire: il 14 febbraio è una data simbolica e l’amore certamente può essere festeggiato in uno qualunque degli altri 364 giorni, ma in quanti lo fanno davvero?

E allora festeggiate!

 

[Leggi anche: Tendenze e colori del 2018]

Pin It on Pinterest

Share This